Via Courmayeur n. 25/G
Roma (RM) 00135
Tel. 06 33429785
Fax 06 9397460
info@bfdenergiaegas.it
bfdenergiaegas@pec.it



Le Biomasse


Si intende per biomassa quella risorsa di origine forestale od agricola in cui sono presenti anche i loro residui che può essere usata per fini energetici, ma anche quelle miscele che sono originate dagli esseri viventi.

BIOMASSA DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO

Si può definire “biomassa” l’insieme di prodotti di origine forestale od agricola, provenienti cioè da colture, energetiche o tradizionali.

Le biomasse ed i combustibili da esse derivate emettono nell’atmosfera, durante la combustione, una quantità di anidride carbonica più o meno corrispondente a quella che viene assorbita, in precedenza dai vegetali durante il processo di crescita.

L’impiego delle biomasse ai fini energetici limita quindi il rilascio di nuova anidride carbonica, principale responsabile dell’effetto serra.

Altri vantaggi ecologici:
• biodegradabilità;
• assenza nei fumi di ossidi d’azoto e di particolato;
• stimolazione dell’occupazione in zone rurali economicamente deboli;
• ciclo emissioni anidride carbonica.

Svantaggi:
• Grandi aree a causa della bassa densità energetica;
• Richiesta di utilizzo di fertilizzanti;
• Problemi di logistica per la fornitura della risorsa;
• Problemi di condizione ambientale/meteo;
• Produzione annua non costante.

Tipi di Biomasse 
Le biomasse possono essere caratterizzate da 3 diversi criteri:
• 1.il contenuto di acqua (la biomassa si trova in condizioni fresche o è stata asciugata?)
• 2.la sua origine (la biomassa proviene da piante, animali?)
• 3.vitalità (ci sono organismi morti o vivi al suo interno?)
• Biomasse secondo origine:
• Fitomassa: la biomassa proviene da piante
• Zoomassa: la biomassa proviene da animali
• Biomassa microbica: la biomassa proviene da microorganismi.
• Biomassa secondo Vitalità.
• Biomassa vivente: è costituita da elementi viventi
• Biomassa morta: è costituita da elementi